ASCOLTA LA DIRETTA
EDOARDO BENNATO 27 Febbraio 2021

EDOARDO BENNATO


I profili social dell'artista

“Mio fratello mi ha spronato a scrivere una canzone bennatiana, ritmica, skizofrenica, che stigmatizzasse lo scenario attuale"

ASCOLTA IL PODCAST

Condividi su:

Folle, martellante, schietto e, come si ostina definirsi: rinnegato.

E’ così che che si presenta Edoardo Bennato, a sei anni di distanza dall’ultimo album di inediti. Il lavoro, uscito a novembre, dal titolo “Non c’è”, come il primo singolo, ne ripropone un secondo, scritto a 4 mani col fratello Eugenio: Maskerate.

Un brano folle, schizofrenico, destabilizzante per il suo essere strettamente collegato all’attualità: “Mio fratello mi ha spronato a scrivere una canzone bennatiana, ritmica, skizofrenica, che stigmatizzasse lo scenario attuale – disse Edo - così sono partito dalla tessitura ritmica di ‘Uno buono’ del 1973 e da lì, a rotta di collo, verso la follia del rockblues e del rap”.



AMICI DI LOVE FM